su Google

Dati errati nelle visure catastali, intestazione o indirizzo

Questo spazio è dedicato alle visure catastali e i loro banali errori che non permettono al titolare di arrivare al proprio scopo, numerosi quesiti su come leggere una visura catastale li trovate sul sito www.catasto.it/visura.html mentre qualsiasi altro dubbio abbiate sull'argomento, provate a scriverlo qui sul forum, un consulente proverà a chiarirlo entro breve tempo.

Il forum è aperto a tutti, anche nelle risposte, quindi se ci sono altri che sanno risolvere il quesito, anche se non fanno parte della struttura, sono ben accolti, date pure la vostra risposta in questo spazio.

webmaster

messaggi (587)

scrivi il tuo messaggio, vai a pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

commento:   Catasto.it, 10/06/2015 17:20:55  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Marco,

Non si può rinunciare a una proprietà già acquisita, se mai sua zia potrebbe trasferirla con un regolare atto notarile, oppure suo padre può acquisirlo per usucapione ma per fare ciò si deve fare una causa di usucapione quindi avvocati, giudice ecc. alla quale magari sua zia non farà nessuna opposizione.
Suo padre deve pagare le tasse a partire dal giorno in cui sarà proprietario.
commento:   Garcia Maria de jesus, 10/06/2015 00:45:34  (ip:5.90.9.155)
Buona sera ho fatto il mutuo 9 anni fa nel atto notarile risulta che ho accesso esclusivamente pedonsle e carrale per la via moloni che no esiste mia casa risulta nel catasto via fanti 17 pero ho la residenza en via molini 10/g. A chi devo rivolgermi grazie
commento:   Marco, 08/06/2015 18:12:29  (ip:89.119.95.69)
Buongiorno,
circa 22 anni fà mio nonno ha venduto il terreno dove sorgeva la nostra casa e dove ora sorge un condominio.
Casualmente abbiamo scoperto che non tutti i terreni sono stati venduti alla impresa edile e se faccio una visura catastale risultano ancora a lui intestati 2 pezzettini di terreno esterno a questo condominio, non edificabili, semplicemente di passaggio per una entrata secondaria che non viene utilizzata.
Parliamo di circa 20 mq, niente di che.
Il problema è che mio nonno è morto circa 20 anni fà, e quando c'è stata la successione a mio padre e a mia zia non eravamo a conoscenza di questi 2 pezzi di terra e quindi sono rimasti intestati a lui.
Mia zia non ne vuole sapere di questi terreni, come faccio ad intestarli solo a mio padre? che documenti servono? serve anche un documento dove mia zia rinuncia a questi terreni per poterli intestare solo a mio padre?
Mi sapete dire circa anche i costi per fare questa operazione? perchè se costa troppo lascio stare e amen, visto che hanno un valore ridicolo.
visto che sono rimasti intestati a mio nonno per 20 anni e nessuno ci ha mai pagato le tasse, se li intesto a mio padre ci deve pagare tutte le tasse arretrate?

Scusate l'infinità di domande e grazie in anticipo per le risposte che mi darete.

commento:   Niccolò, 08/06/2015 15:38:21  (ip:93.38.180.238)
Buongiorno, ho un quesito che non riesco a risolvere. E' possibile intestarsi dei beni a seguito di accettazione di eredità, nonostante quei beni siano oggetto di una causa di divisione ereditaria ancora in corso?
Vi ringrazio le cortesi risposte.
Niccolò
commento:   Catasto.it, 30/05/2015 11:58:47  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Franco Villardita,

è possibile che l'indirizzo catastale sia errato e dunque il notaio abbiamo riportato lo stesso dato nell'Atto.
Le consigliamo di far presente al Notaio l'errore in modo da procedere con le opportune correzioni.
commento:   Catasto.it, 30/05/2015 11:56:44  (ip:82.85.245.43)
Spettabile giovanni raviele,

bisogna presentare entrambe le successioni al fine di allineare la situazione immobiliare.
Le successioni vanno presentate presso l'Agenzia delle Entrate di competenza in riferimento all'ultima residenza che aveva il De cuius.
Se vuole tramite il nostro sito è possibile trasmettere incarico per l'impostazione e la presentazione delle pratiche.
commento:   Franco Villardita, 29/05/2015 15:41:18  (ip:85.34.42.34)
Buongiorno. Ho stipulato a metà aprile l'atto di compravendita per un appartamento. Ora, consultando la copia inviatami dal notaio, ho notato come il numero civico indicato sull'atto, oltre che sulla planimetria, sia sbagliato (15 anzichè 13).
Per il resto i dati risultano esatti. Devo richiederne la modifica, o posso farne a meno?
Grazie
commento:   giovanni raviele, 25/05/2015 15:06:55  (ip:66.249.93.229)
Chiedo cortesemente di conoscere qual'è la procedura per la successione di immobili (una casa e 5 piccoli terreni) siti in provincia di Caserta (Comuni di Tora e Piccilli e di Marzano Appio). Sono deceduti entrambi entrambi i genitori: mia madre il 26.1.2006 e mio padre il 22.3.2015. Siamo quattro figli, che vivono tutti lontano dai Comuni sopra indicati: lo scrivente a Bergamo, gli altri tre a Berna (Svizzera). Grazie.-
commento:   cosimo fabrizio scozzari, 24/05/2015 15:33:17  (ip:82.186.208.210)
nela mia palazzina di 4 piani abbiamo un piccolo cantinato con 3 box e spazio per 1 posto auto, che durante la compravendita mi e' stato assegnato.
adesso spunta fuori che lo spazio eì' adibito alla manovra auto. domande: come sono regolmentate le norme in merito?
posso chiedere al catasto di adibire lo spazio al posto auto?
commento:   Catasto.it, 18/05/2015 17:29:26  (ip:82.85.245.43)
Spettabile ginevra,

se la concessione è stata trascritta durante il periodo meccanizzato può ottenere il nr di concessione anche tramite Visura Ipotecaria telematica.
In alternativa può ottenere questa informazione direttamente presso l'ufficio urbanistica del comune di competenza.
commento:   Catasto.it, 18/05/2015 17:17:06  (ip:82.85.245.43)
Spettabile CP,

per la rettifica del nominativo deve richiedere aggiornamento presso l'Agenzia delle Entrate che le indicherà se procedere con istanza di Rettifica o tremite Voltura Catastale
commento:   Giusy Brizzi, 17/05/2015 15:58:55  (ip:93.44.17.58)
l'appartamento in cui vive tuttora mia zia era intestato per 2/5 ai miei nonni e per 3/5 alla suddetta zia.Alla morte di entrambi i miei nonni da testamento lasciavano un quinto a testa agli altri due figli fratelli di mia zia con la vita natural durante alla zia proprietaria dei 3/5 e al catasto con la successione dei nonni risultava proprietaria del 100/100 fino al 2002 anno in cui e' morto uno dei fratelli e al catasto ora risultano proprietari di 1/4 ciascuno i tre figli del fratello morto piu' la moglie anch'essa poi deceduta.Come posso fare per sistemare l'intestazione?
commento:   ginevra, 15/05/2015 10:40:47  (ip:89.96.213.46)
Buongiorno,
devo trovare il numero della concessione edilizia , sull'atto notarile in mio possesso non risulta come faccio a trovarlo?
commento:   CP, 14/05/2015 07:49:52  (ip:195.229.50.158)
Buongiorno,

In seguito ad una modifica del cognome vorrei sapere come ci si deve comportare per aggiornare l'intestazione di beni immobili.
In attesa di un cortese riscontro invio i miei migliori saluti
commento:   Catasto.it, 02/05/2015 12:26:53  (ip:82.85.245.43)
Spettabile maria grazia,

se ha regime patrimoniale di comunione dei beni e l'acquisto è stato fatto dopo il matrimonio è normale.
Se non ha comunione dei beni allora il Notaio ha commesso un errore.
commento:   Catasto.it, 02/05/2015 12:22:47  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Alberto Silvio Cescon,

si deve presentare aggiornamento catastal Docfa, con causale corretta rappresentazione grafica.
commento:   maria grazia, 24/04/2015 17:41:15  (ip:87.21.86.87)
nella visura catastale di un immobile acquistato con atto di compravendita solo a mio nome ,compare anche mio marito
per quale motivo? e' stato un errore di trascrizione da parte del notaio?
commento:   cristina faccioli, 21/04/2015 21:44:50  (ip:37.227.88.252)
Buonasera, vorrei chiedere se ci sono più proprietari di un immobile, non con le stesse quote di proprietà, chiunque dei tre può richiedere una variazione catastale, anche se uno solo dei tre( con quota 1/6 dell'intero immobile) non è daccordo.
commento:   REMO CONTIERO, 14/04/2015 18:07:50  (ip:151.30.75.67)
trent'anni fa io e mio marito acquistammo in proprietà 50% un appartamento con annesso garage dove residiamo ancora entrambi. allora registrammo regolarmente con atto notarile l'acquisto anzi , stipulando un mutuo di 7 anni con la banca, facemmo anche l'atto notarile con la stessa. ora, a distanza di 30 anni ci stiamo accorgendo che entrambi non risultiamo proprietari di alcun immobile. com'è possibile visto che abbiamo pagato quattrini in atti notarili? e come può essere che anche il comune dove abitiamo ci manda regolarmente saldi IMU od ICI da pagare anzi in passato abbiamo anche ricevuto un rimborso di ICI in quanto avevamo pagato in più del dovuto??? COSA DOBBIAMO FARE evitando di pagare cifre che abbiamo già sborsato a suo tempo? grazie
commento:   domenico, 03/04/2015 09:02:51  (ip:2.228.110.190)
Buongiorno,
sono proprietario di una quota pari al 13% di un immobile. Tuttavia, in occasione della richiesta ISEE, mi sono accorto che i miei dati anagrafici risultano errati e, per tale ragione, dall'Anagrafe Tributaria non risulta la mia quota di proprietà. In particolare, è errata l'indicazione del luogo di nascita e quindi mi viene attribuito un codice fiscale errato: viene riportato TREVISO anzichè CONEGLIANO e, di conseguenza, nel codice fiscale viene riportato l'identificativo numerico di TREVISO anzichè di CONEGLIANO. Tenuto conto che oltre la mia quota ci sono altre 4 quote, come posso procedere per apportare la correzione? Grazie.

il tuo messaggio

e-mail
firma