su Google

Dati errati nelle visure catastali, intestazione o indirizzo

Questo spazio è dedicato alle visure catastali e i loro banali errori che non permettono al titolare di arrivare al proprio scopo, numerosi quesiti su come leggere una visura catastale li trovate sul sito www.catasto.it/visura.html mentre qualsiasi altro dubbio abbiate sull'argomento, provate a scriverlo qui sul forum, un consulente proverà a chiarirlo entro breve tempo.

Il forum è aperto a tutti, anche nelle risposte, quindi se ci sono altri che sanno risolvere il quesito, anche se non fanno parte della struttura, sono ben accolti, date pure la vostra risposta in questo spazio.

webmaster

messaggi (587)

scrivi il tuo messaggio, vai a pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

commento:   Vincenzo, 19/01/2014 15:18:25  (ip:79.27.233.52)
Buongiorno,
a distanza di 15 anni della vendita di un box il Comune mi chiede di pagare gli arretrati dal 2008 al 2012 della tassa Tarsu in quanto da visura risulta a me intestato al catasto.
Tale box l'avevo acquistato nel 1996 e rivenduto ne 1998,
Controllando i contratti di compravendita ho notato che quando l'ho acquistato non si indicavano le particelle ma un numero di protocollo; All'atto della vendita il notaio ha indicato delle particelle che non coincidono a quelle risultanti dall'attuale visura pur essendo giusti i tre confini. Ho incaricato un geometra di verificare la cartina catastale ma mi chiedevo cosa fare per poter sanare il tutto considerato che l'acquirente ha pagato regolarmente sia l'Imu che la Tarsu- Grazie per la rispota Vincenzo
commento:   Entela Hoti, 17/01/2014 18:32:18  (ip:151.65.198.148)
Salve, nel prendere la cittadinanza italiana, sono tornata al mio primo cognome da nubile (in Albania quando ci si sposa si prende il cognome del marito). Sono al 50% proprietaria di un appartamento, e sono andata agli uffici catastali ad aggiornare il cognome e codice fiscale, accompagnando la richiesta con il decreto del prefetto riguarga il cambiamento del cognome. Mi hano fatto pagare la somma di 349 Euro, inserendo nel modulo F23 le seguenti codici tributo: 649T, 456T e 778T. Mi sembra un po troppo esagerato, ero andata solo per l'aggiornamento anagrafico in quanto per tutto il resto sono sempre io, non c'è passaggio di proprietà. Ormai ho pagato, ma non ho ancora capito. Saluti, aspetto una risposta.
commento:   Alessandra codi, 17/01/2014 14:44:43  (ip:79.41.213.134)
Con la revisione degli accatastamenti mi e arrivata dalla genzia delle entrate un prospetto con la nuova rendita catastale per un immobile i cui dati catastali erano stati variati in quanto era stato acquisito un vano in più nell appartamento. Come posso dimostrare l ormai inesistente immobile avendo solo a disposizione il numero di repertorio di un atto e la data di registrazione oltre ai nuovi dati registrati a catasto?
A quale ufficio posso rivolgermi? Purtroppo trattasi di registrazioni di 20 anni fa e di immobile ricevuto in eredita da più persone e successivamente venduto.
Grazie
commento:   Ivana Padovani, 14/01/2014 19:12:55  (ip:87.3.215.99)
Buonasera,
da una visura immobiliare mi sono accorta che il box, acquistato successivamente all'appartamento, nel 1997 risulta ad oggi ancora intestato al vecchio proprietario.Chiaramente sono in possesso sia del rogito notarile che dell'atto di trascrizione. Cosa fare?
Grazie
commento:   Monica Cassol, 14/01/2014 18:38:09  (ip:95.249.59.93)
Buongiorno,scrivo per avere non tanto delle informazioni tecniche ma storico-culturali. Ero curiosa di conoscere il motivo per cui nelle vecchie mappe catastali (considerate quelle risalenti fino a 50 anni fa) era scritto il nome del proprietario (es. "Casa Monteforti" "Casa Gallo") e da che hanno ha origine questo fenomeno. Inoltre gradirei sapere se il nome presente sulle suddette mappe è di colui che per primo ha soggiornato in quel luogo e quindi è chi ne ha richiesto la costruzione, o se il nome variava al mutare dei proprietari. Spero di poter avere una risposta, grazie.
commento:   Flavia Troglio, 08/01/2014 09:38:22  (ip:193.204.98.2)
Buongiorno,
come posso fare per ottenere la corretta
intestazione di un appartamento e della relativa
cantina che ad oggi risultano intestati solo a mio padre
anziche' ad entrambi i miei genitori, dato che sono in regime di comunione dei beni?

Grazie

Flavia Troglio
commento:   Corbelleri Luigia, 31/12/2013 11:04:15  (ip:88.34.149.4)
La visura catastale dell'unità immobiliare sita nel comune di San Michele Mondovì (codice I037) catasto fabbricati al foglio 6 particella 314 all'indirizzo cita Via Quarelli n. 59 quando da sempre il numero civico esatto è il n. 39. Potete modificarlo.
commento:   barbara fontanelli, 27/12/2013 12:20:17  (ip:195.62.169.125)
Buongiorno,
ho effettuato una modifica catastale e ho ricevuto una mail con questo testo."Gentile Barbara ....
Le scriviamo in relazione all'ordine con codice 136a5257 da Lei effettuato su www.catasto.it
La informiamo che le note relative all'ordine in questione sono state modificate dall'amministratore come segue:
"Gentile utente, La informiamo che la sua richiesta è stata presa in carico dal Contact Center - Territorio dell'Agenzia delle Entrate con il numero identificativo "12360187".
Volevo sapere se potete indicarmi normalmente in quanto tempo avviene la modifica.grazie
commento:   Luisa Felici, 27/12/2013 07:50:28  (ip:93.45.231.66)
Buongiorno,
la vigilia di Natale a mio padre intestatario dell'immobile al 50% è arrivata una cartella di AEQUA con la richiesta di pagamento ICI dal 2008 al 2011 di circa 3000 €. Chiamandoli ho scoperto che l'indirizzo che risulta al catasto è "via da denominarsi" e mi è stato detto che la varizione la devo fare io , sul rogito però c'è la via con la denominazione che le è stata assegnata la cosa non doveva essere automatica? e soprattutto mi devo aspettare un'altra cartella per mia madre che è proprietaria dell'altro 50%?.
Cosa devo fare ?
Grazie
commento:   Sofia, 18/12/2013 10:10:55  (ip:2.229.52.13)
Buon giorno , dopo aver effettuato una visura catastale relativa ad un'immobile intestato ai miei genitori dal lontano 1986 ci siamo accorti che risulta ancora intestato alla societa' da cui l'abbiamo acquistato.
Ho bisogno di avere la visura corretta per fornire i dati all'amministratore e poi devo preoccuparmi per questo errore ?come posso fare per far aggiornare i dati al CATASTO di Ferrara e avere una visura corretta?
commento:   domenico iuzzolini, 15/12/2013 14:06:31  (ip:151.21.105.59)
ho acquistato un appartamento 28 anni fa (con rogito notarile).Oggi mi viene comunicato che il terreno e gli appartamenti ivi costruiti sono ancora intestati al venditore.
commento:   maria, 14/12/2013 12:32:16  (ip:78.13.74.142)
SE DOPO 4 O 5 ANNI CI SI ACCORGE DI AVERE INSERITO IN SUCCESSIONE UNA PROPRIETA' SBAGLIATA E' POSSIBILE RIMEDIARE?
SE SI,COME? ALTRIMENTI COSA POSSO FARE?
commento:   maria, 14/12/2013 12:15:24  (ip:78.13.74.142)
tre anni fa abbiamo fatto una successione non siamo riusciti a trovare subito l'atto di un terreno a nome di mio nonno al catasto abbiamo trovato la visura con il cognome di mia nonna errato e degli altri dati di mio padre e mio zio errati io ho chiesto alla segretaria di fare delle ricerche prima della successione per verificare che il terreno fosse quello lei ha detto di si.A me e' rimasto il dubbio. Se la proprieta' non è la nostra cosa fare?
commento:   Sabina, 08/12/2013 00:37:30  (ip:93.144.66.220)
Buongiorno,
Controllando la visita di immobile che ho in comproprietà al 50 %
Con mio marito ho notato che è errata la prima lettera del mio cognome
E di conseguenza errato anche il codice fiscale
Che cosa devo fare per fare sistemare l'errore di trascrizione
Fatto da parte del catasto?
Grazie
Sabina
commento:   Sabina, 08/12/2013 00:30:45  (ip:93.144.66.220)
Buongiorno,
Controllando la visita catastale della proprietà che ho in comunione al 50%
Con mio marito ho notato che la prima lettera del mio cognome e'
Errata con conseguente indicazione errata del codice fiscale
Non capisco il perché di questo errore
Vi prego di dirmi che cosa devo fare per sistemare la cosa
Grazie
Sabina
commento:   fabio mazzotti, 04/12/2013 01:41:14  (ip:79.56.241.186)
Salve io dopo essere stato da il mio geometra ho scoperto che la mia casa che e stata costruita dai miei genitori alla fine degli anni 70 non risulta accatastata...il geometra mi ha fatto vedere credo la visura dove ci sono segnate tutte le case dei miei vicini e dove ci dovrebbe essere la mia risulta vuoto....come mi devo comportare? come posso risolvere questo problema? Grazie anticipatamente
commento:   Veronica Oltolini , 28/11/2013 08:56:37  (ip:82.52.78.28)
Buongiorno, avrei necessità di sapere come fare per correggere una quota di proprietà ereditata per successione assegnata erroneamente nella visura catastale a una zia sorella di mio padre e deceduta a febbraio 2013 . si tratta del box autorimessa, acquistato da mia madre e mio padre assieme alla loro appartamento di residenza, che però è stato assegnato alla sorella, dopo il decesso di mio padre avvenuto nel 2011. nella successione ereditaria di mio padre, i dati e le ripartizioni tra gli eredi sono corretti, ma non lo è la visura catastale. l'errore si è evinto proprio in occasione della seconda successione, in cui veniva ascritto tale box autorimessa nelle proprietà della zia.
come posso fare per risolvere la situazione? mi sono già rivolta sia al contact center del catasto che direttamente agli uffici,senza però avere una risposta e un indirizzo di azione corretto.
grazie in anticipo.
commento:   antonella, 27/11/2013 19:06:46  (ip:95.237.235.202)
sono andata a fare una visura ipocatastale e mi sono accorta di avere un omonimo con lo stesso codice fiscale e un terreno di proprietà che risulta mio in un comune diverso dalla mia residenza , che non è mio.
Cosa devo fare?
commento:   Lorenza, 26/11/2013 12:16:36  (ip:93.57.94.58)
Spett.le Catasto,
scopro che il mio appartamento di due piani (zona notte e zona giorno) risulta accatastato come due appartamenti separati (uno al primo piano e l'altro al secondo). Cosa posso fare per correggere questa difformità? anche perchè ciò mi sta comportando il paradosso che, ai fini delle tasse, il reparto notte di casa mia mi figura come seconda casa! Vi ringrazio.
commento:   mattei p., 25/11/2013 21:08:27  (ip:2.33.230.234)
buonasera, ho appena acquistato una casa facente parte di una palazzina di 14 appti a loro volta facenti parte di un complesso costruito a fine anni 60 di circa 300 appti. a parte la metratura e il numero dei vani hanno tutti lo stesso tipo di affaccio e di distribuzione delle finestre sui balconi.istruendo le pratiche per dei lavori interni i geometri si sono accorti che la finestra della cucina che affaccia sul balcone,nella planimetria si trova nella paretina vicina.come devo comportarmi visto che con tale difformità è stata ottenutà l'abitabilità e che questo stato di cose riguarda tutti gli appartamenti- 300? può essere effettuata una modifica della planimetria per esatta rappresentazione visto che non si tratta di una finestra "abusiva", ma semplicemente posta vicino a dove era stata progettata? grazie

il tuo messaggio

e-mail
firma