su Google

Dati errati nelle visure catastali, intestazione o indirizzo

Questo spazio è dedicato alle visure catastali e i loro banali errori che non permettono al titolare di arrivare al proprio scopo, numerosi quesiti su come leggere una visura catastale li trovate sul sito www.catasto.it/visura.html mentre qualsiasi altro dubbio abbiate sull'argomento, provate a scriverlo qui sul forum, un consulente proverà a chiarirlo entro breve tempo.

Il forum è aperto a tutti, anche nelle risposte, quindi se ci sono altri che sanno risolvere il quesito, anche se non fanno parte della struttura, sono ben accolti, date pure la vostra risposta in questo spazio.

webmaster

messaggi (591)

scrivi il tuo messaggio, vai a pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

commento:   v. bianco, 06/03/2012 14:38:53  (ip:93.45.198.228)
ho scoperto dopo 30 anni che una casa acquistata nel 1979 risulta ancora accatastata alla vecchia proprietaria, posso con l'atto di acquisto far registrare la mia proprietà o devo per forza farlo fare ad un geometra?. se posso, che cosa devo fare?
nel frattempo mio marito, proprietario con me al 50% , è deceduto, posso anche fare da me la variazione catastale di successione, essendo unici eredi io e mio figlio?, se posso che cosa devo fare?
grazie per l'informazione
commento:   Catasto.it, 24/02/2012 13:04:51  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Paolo,
purtroppo nel periodo che va tra il 1980 e il 1995, diverse volture catastali non sono evase, ciò è dipeso da due motivi principali:
1. Il notaio non ha mai presentato la voltura catastale; sembra strano ma è proprio così, diversi Notai pensarono allora che visto che il catasto era arretrato di diversi decenni, si risparmiarono di presentare la voltura catastale. In questo caso se il Notaio è ancora in attività basta andarci e fargli fare la voltura catastale, anche perchè fu già pagata, altrimenti si deve rifare, può chiedere anche il servizio on line qui a sinistra.
2. Il catasto l'ha persa o addirittura distratta; sembra strano anche questo ma in diverse province non arrivando all'evasione della pratica perchè incombevano quelle più recenti, hanno letteralmente portato i faldoni al macero. in questo caso se si reca al catasto con la copia dell'atto notarile, può fare una istanza all'URP e farsi aggiornare la ditta.
commento:   gilberto valsecchi cf vlsgbr32h24f205m, 17/02/2012 09:23:27  (ip:87.4.151.243)
Nel agosto 2003 ho comperato una casa a Sestri Levante sito in via Caboto17/7 con mappale 596 sub 59 foglio 28 di proprietà di Castagnola Delia.Il27.05.2011 la visura dell'immobile era cambiata in via Caboto 13/2 mappale 868 sub 58 foglio 28.
Successivamente a giugno 2011 per una successione il notaio ha scoperto che a mio nome nel comune di Sestri Levante non era intestata nessuna casa.
Mi potete dire cosa devo fare grazie
commento:   antimo piscitelli, 16/02/2012 11:44:47  (ip:87.17.27.234)
Buon giorno;

ho un'unità immobiliare, comprata, con atto notarile e conseguente ricevuta della richiesta di voltura da parte del notaio inoltrata successivamente. Ma a tutt'oggi non risulta ancora effettuata la voltura in quanto risulta ancora intestata alla vecchia proprietà. Ho inviato il cambio anche tramite il contact-center, inserendo tutti i dati, ma mi è stato risposto che i dati inseriti sono già presenti in banca dati. In realtà però ritrovo sempre la vecchia intestazione. Come posso fare per risolvere questo problema?

Grazie.
commento:   Francesca Rossi, 15/02/2012 19:39:14  (ip:78.5.224.78)
Ho verificato che, a fronte di un atto di acquisto di
un immobile su Roma avvenuto nel 1981, non e' stato effettuato il cambiamento nei dati catastali e pertanto nelle visure l'immobile risulta ancora a nome del costruttore. Cortesemente, mi indicate cosa devo fare per sanare tale situazione?
Grazie e saluti
commento:   Paolo, 12/02/2012 11:06:24  (ip:79.11.211.120)
Buongiorno,
il Comune di Cesano Boscone mi segnala che i due appartamenti di cui sono proprietario nel territorio del comune suddetto risultano da visura catastale essere ancora intestati ai precedenti proprietari. Le operazioni di compravendita sono avvenute se ricordo bene nel 1989 e nel 1995 rispettivamente. Cosa è successo? C'è qualcosa che posso/devo fare per regolarizzare la situazione?
commento:   Catasto.it, 10/02/2012 18:20:34  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Angelo L,
secondo quanto le ha risposto l'Agenzia del Territorio, ci dovrebbe essere un problema con l'atto, si parla di fabbricato rurale anziché di fabbricato terreni, sono due cose diverse, il primo è al catasto terreni, il secondo al catasto fabbricati.
Con una copia dell'atto, deve recarsi al catasto, ufficio relazioni con il pubblico, e chiarire con il funzionario addetto.
commento:   AngeloL, 08/02/2012 14:25:13  (ip:93.63.226.139)
Ho un problema con i dati catastali di un fabbricato rurale di proprietà di mia madre. A seguito di una visura effettuata 10 giorni fa ho scoperto che al catasto di Bari risulta che il fabbricato in questione è intestato (sicuramente per errore di trascizione) ad un mio zio. Ho effettuato la richiesta di cambiamento tramite internet fornendo i dati dell'atto dotarile dove risulta regolarmente intestato a mia madre ma mi hanno risposto in tal senso:
"Gentile utente,
La informiamo di non poter dar corso alla sua richiesta di correzione dati catastali, in quanto essa non trova riscontro nelle banche dati catastali.
In particolare nell'atto da lei indicato viene descritto il fabbricato rurale e non l'urbano. La ditta in atti risulta conforme a quanto riportato nella planimetria allegata all'unità immobiliare.
La preghiamo di verificare i dati forniti ed eventualmente presentare una nuova richiesta direttamente presso l'ufficio provinciale di Bari.
Cordiali Saluti.
Il responsabile del Contact Center dell'Agenzia del Territorio"
Io credo che ci sia stato un errore di trascrizione dati in quanto sono in possesso di una visura catastale di qualche anno fa che riporta i dati corretti.
Cosa mi consigliate di fare?
commento:   Catasto.it, 01/02/2012 19:25:01  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Giusi Caiazzo,
il suo è un caso molto particolare, pare che sia sicura che l'errore è nella trascrizione e non nella voltura catastale, per cui le consigliamo di rivolgersi direttamente nella conservatoria di competenza, facendo spiegare da loro il da farsi.
Non controlli solo con l'operatore che la riceverà allo sportello della conservatoria, ma si confronti anche con il dirigente del servizio accettazione della trascrizioni.
Non dimentichi di portarsi tutta la documentazione, atto notarile, trascrizione ecc.
commento:   Giusi Caiazzo, 31/01/2012 11:32:37  (ip:79.45.239.138)
Buongiorno,
mio marito mi ha donato l'intera proprietà dell'immobile dove attualmente risediamo il 12 luglio 2011, purtroppo ci siamo accorti che in conservatoria risulta ora 1/2 proprietà a nome mio e 1/2 proprietà a nome di mio marito per un errore di trascrizione del notaio. Il notaio attualmente non opera più a pordenone ma a Napoli e quindi non abbiamo i recapiti per chiedergli la rettifica o informazioni. ha un suggerimento? vorremmo vendere la casa e quest'errore ci blocca nella vendita. i dati sono: registro generale n. 10274, registro particolare n. 7025, presentazione n.42 del 12 luglio 2011. Grazie e saluti.
commento:   Catasto.it, 28/01/2012 09:47:33  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Valentina Romanucci,
per la continuità storica che è sempre meglio fare si devono fare entrambe le volture, sia dell'atto, se questa si è smarrita e non è registrata, che della successione.
Potrebbe fare anche solo la successione e portare la visura catastale all'attualità, non lo consigliamo ma è possibile farlo.
commento:   Catasto.it, 28/01/2012 09:41:58  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Piera Ruggeri,
Oltre ai riferimenti, se possibile, si faccia dare dal notaio una copia della ricevuta della voltura, faccia una fotocopia dell'atto e vada al catasto, ufficio relazioni con il pubblico, si faccia dire quale procedimento più veloce adottano in quel ufficio. Probabilmente le faranno compilare un modulo della voltura catastale nuovo, che sostituisce la voltura catastale smarrita.
Questo è il metodo meno costoso e abbastanza efficace, dovrà solo seguire la pratica dopo la presentazione per sollecitarla.
Oppure incarichi un tecnico che faccia una variazione catastale, ad esempio l'indirizzo o il civico se è cambiato, aggiungendo nella pratica l'allineamento del pregresso, in modo da allineare la ditta velocemente assieme alla variazione catastale.
commento:   Paolo, 24/01/2012 09:17:42  (ip:89.119.251.40)
Salve, volevo un informazione tecnica in quanto il tecnico che all' epoca ha accatastato la proprieta ha sbagliato xche ha messo l' usufruttio su tutta la proprieta invece l' usufrutto come da atto notarile e solo sul 60% della proprieta, vbolevo chiedere è una variazione che posso fare io direttamnete online o recarmi presso il catasto oppure devo rivolgermi ad un tecnico?
Grazie attendo risposta
commento:   Valentina Romanucci, 24/01/2012 08:54:08  (ip:93.40.135.225)
Buongiorno.
Dovrei fare la voltura di un dato catastale.
La situazione è la seguente.
C'è un immobile di proprietà di un soggetto ma da visura catastale risulta essere intestato ancora all'impresa costruttrice. Nel tempo il soggetto di cui sopra decede e l'immobile passa agli eredi ma risulta ancora essere intestato all'impresa.
Come bisogna procedere per effettuare la viriazione? Bisogna venire in catasto? Se si con quale documentazione?
Grazie mille.
Saluti.
commento:   Piera ruggeri, 23/01/2012 22:14:39  (ip:31.191.39.16)
Per completare la precedente mail invio il riferimento della pratica del notaio: 27 luglio 1979 N 7105. In attesa di risposta invio distinti saluti
commento:   Piera ruggeri, 23/01/2012 21:55:15  (ip:31.191.39.16)
Ho acquistato la mia casa nel 1978 ma ho scoperto ora che risulta ancora intestata al costruttore. Ho chiesto spiegazioni al notaio che ha redatto l'atto di compravendita il quale mi ha informata che nel 1979 è stata inoltrata regolare richiesta al catasto di voltura e mi ha fornito i riferimenti della pratica. Mi serve urgentemente la visura catastale a mio nome. Come posso risolvere questo problema?
commento:   Catasto.it, 16/01/2012 20:26:48  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Aimaro Renzo,
Può presentare un foglio di osservazione all'Agenzia del Territorio, oppure può richiedere una rettifica on line su www.Catasto.it
commento:   aimaro renzo, 11/01/2012 19:10:40  (ip:2.32.8.83)
Ho scoperto che il mio codice fiscale presente nelle mappe catastali è errato. come devo fare per sostituirlo con quello corretto?
commento:   Catasto.it, 07/12/2011 19:47:14  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Marco,
nel 1992 con l'introduzione dell'ISI (Imposta Straordinaria sugli Immobili) poi trasformata in ICI (Imposta Comunale sugli Immobili) oggi pare stia subendo un'altra metamorfosi e si chiamerà IMU (Imposta Municipale Unica), le vecchie rendite rendite degli immobili, riferite agli anni '40, furono aggiornate con un sistema automatico agli anni '90, con coefficienti di calcolo del valore catastale diversi.
Non credo che si siano verificati degli errori in merito, sa se volesse essere certo, deve chiedere al catasto di competenza, qual è la tariffa catastale del suo immobile, che moltiplicata per la consistenza da la rendita catastale.
Esempio: se la sua è un'abitazione, una A/2 di classe 3°, che ha una tariffa catastale di € 100,00 a vano catastale, e la sua consistenza è di 4,5 vani catastali, la sua rendita catastale sarà: € 100,00 x vani 4,5 = € 450,00.
Così può controllare se la rendita catastale è corretta.
commento:   Marco, 06/12/2011 15:01:09  (ip:89.97.177.8)
Buongiorno.Nella visura storica del mio immobile,
la rendita catastale da Lire 6.270 del 26/03/1986,
passa a Lire 4.400.000 Euro 2.271 per 'VARIAZIONE del QUADRO TARIFFARIO del 01/01/1992' . Come è stato calcolato ?
Come posso sapere se è corretto dato che la rendita mi sembra eccessiva ? GRAZIE

il tuo messaggio

e-mail
firma