su Google

Discussioni generiche su Catasto

In questa sezione potete inserire quesiti vari riguardanti il Catasto, Visure catastali, Planimetrie, Volture, Accatastamenti, Estratti di mappa, Frazionamenti, Elaborati planimetrici, Superfici catastali, e altro ancora, esponete il vostro dubbio, un consulente proverà a chiarirlo entro breve tempo.

Il forum è aperto a tutti, anche nelle risposte, quindi chi si sente di risolvere il quesito, o solo per dare la propria opinione, anche se non fa parte della struttura, è ben accolto, date pure la vostra risposta in questo spazio.

webmaster

messaggi (845)

scrivi il tuo messaggio, vai a pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43

commento:   A. Cappon, 20/02/2012 09:08:16  (ip:193.193.172.200)
Buongiorno,
la mia situazione è questa: mia moglie è titolare al 100% dell'appartamento in cui viviamo. Io ho acquistato a mio nome il 100% dell'appartamento contiguo e vorremmo fare in modo che i due appartementi possano essere considerati unica unità abitativa, anche ai fini IMU. Io e mia moglie siamo in regime di separazione di beni. Domanda: è possibile costituire una unica unità abitativa utilizzando la fattispecie "unità immobiliari composte da due o più porzioni, sulle quali gravano diritti reali non omogenei? Io e mia moglie rientriamo in questa casistica o è necessario che almeno uno di noi due sia contitolare di entrambi gli appartamenti?
Grazie e cordiali saluti.
A. Cappon
commento:   andrea pietrangeli, 18/02/2012 14:02:20  (ip:151.24.90.199)
Salve,

vorrei affittare un locale C1 ma ad uso laboratorio, quindi mi servirebbe C3 è possibile cambiare la destinazione d'uso?.
Grazie
commento:   Nicola Ruggiero, 17/02/2012 22:46:41  (ip:87.20.252.180)
Come mai nelle categorie catastali pubblicate nel vostro sito non figurano quelle della "F".Poiché devo disporre il passaggio al catasto urbano di alcuni piccoli fabbricati rurali inagibili e cadenti,regolarmente censiti al catasto terreni, posso chiedere direttamente l'intervento del vostro ufficio, con specifica solo istanza, la variazione in parola per il passaggio all'urbano. grazie
commento:   Ugo Pace, 17/02/2012 20:26:38  (ip:79.37.235.184)
Gentili Signori,
la scorsa estate è venuta a mancare mia madre.
Preparando i documenti per la successione mi sono reso conto che la proprietà di una parte dell'appartamento risulta ancora a mio nonno.
In breve molti anni fa, appunto alla morte di mio nonno, il suo appartamento fu diviso per metà a mia madre e l'altra metà ad i miei tre cugini.
La metà intestata a mamma fu annessa all'appartamento di mamma che era adiacente ma probabilmente qualche passaggio è saltato e la proprietà risulta ancora a nonno.
L'appartamento è a Roma e vorrei capire cosa e dove chiedere per cercare di risalire ai documenti registrati e soprattutto cosa fare per regolarizzare la situazione.
Spero possiate aiutarmi.
Grazie e buon lavoro
commento:   Catasto.it, 17/02/2012 09:40:38  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Giuseppe Timpone Scuderi,
devono essere fatte delle ricerche più approfondite per vedere dov'è finito l'accatastamento della sua casa. Si rechi al catasto con la copia del suo atto e faccia delle ricerche con l'operatore in funzione di ciò che è stato scritto nel suo atto. In base ai riscontri indirizzerà gli approfondimenti catastali.
Sulla servitù invece, non trova nessun riferimento al catasto, si cede il diritto di servitù con un atto, ma non viene intestato niente al catasto. Ha il diritto di passaggio ma non è il proprietario.
commento:   Catasto.it, 17/02/2012 09:31:28  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Lorenzon Michela,
non si può decidere di voler declassare un immobile unilateralmente, il classamento di un immobile oggi viene proposto dal proprietario in fase di accatastamento e resta quello fino a quando non subentrano delle variazioni dell'unità immobiliare.
Se l'immobile ha delle variazioni, tipo ristrutturazione, diversa distribuzione degli spazi interni ecc., bisogna fare una variazione catastale fatta da una tecnico.
Altrimenti se il valore catastale si scosta da quella che è la realtà anche commerciale, si può presentare una istanza per fare revisionare la rendita. Deve scaricare il modulo sul sito:
www.agenziadelterritorio.it/download-moduli-catastali.html
scarichi il modulo "RICHIESTA DI REVISIONE RENDITA CATASTALE.doc", lo compili e lo presenti al catasto di competenza.
commento:   Catasto.it, 17/02/2012 09:20:19  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Orietta Assara,
il valore presunto lo stabilisce il proprietario, magari con l'ausilio di un tecnico o del Notaio, non ci sono in catasto tariffe per gli immobili in costruzione.
commento:   giuseppe timpone scuderi, 16/02/2012 13:52:20  (ip:93.45.70.219)
Salve, sono un pensionato di 84 anni e avrei necessità di sapere un paio di cose. Vista la mia età gradirei risolvere il problema via mail e, qualora fosse necessario muovermi, avere fin da ora i ragguagli utili al fine di limitare gli spostamenti fisici.
Vengo ai punti:
1) l'immobile da me acquisito nel 1979 sito in via g.b. viotti 59 cap 00124 roma, da una visura catastale recentemente richiesta, non risulta inserito nelle mappe e nel registro degli immobili del catasto di roma. come fare per regolarizzare la posizione, qualora mi confermiate tale mancanza?
2) successivamente all'acquisto dell'immobile, ho acquisito una servitù di passaggio dal proprietario dell'immobile confinante con il mio, il signor antonio renzi, all'epoca proprietario del suddetto. sembrerebbe che neppure questa 'striscia di terreno' sia stata accatastata, e la cosa mi fa supporre che la proprietà della stessa sia rimasta in capo al signor renzi. cosa posso fare per regolarizzare anche questa siutuazione?
certo di un Vostro riscontro, Vi ringrazio anticipatamente, porgendoVi i miei più distinti saluti.
Giuseppe Timpone Scuderi
commento:   Lorenzon Michela, 16/02/2012 09:56:40  (ip:176.206.147.165)
Buongiorno,
con la presente sono a chiedere informazioni in merito al declassamento di un fabbricato, come devo fare? Quali sono i requisiti per declassare un fabbricato?
E' una pratica che posso fare come privato o devo rivolgermi ad un tecnico?
Rimango in attesa di vs. gentile riscontro e con l'occasione porgo distinti saluti.
commento:   Orietta Assara, 16/02/2012 08:14:53  (ip:84.18.158.245)
Spettabile Catasto, chiedo gentilmente un chiarimento in merito al seguente problema.
Mio padre è proprietario di una casa singola, da poco accatastata, sita in Loc. Fiasco Baldaia di Squillace Lido (CZ). La casa è composta di un piano seminterrato, garage, un primo piano in fase di costruzione e un secondo piano già ultimato. Al piano in costruzione non è stato dato un valore catastale perchè al grezzo. Mio padre mi vorrebbe donare tale appartamento in modo tale che io me lo possa ultimare. Per le tasse da pagare al notaio per l'atto di donazione, lo stesso professionista mi dice che le stesse vanno calcolate o sul valore catastale dello stesso appartamento o, in assenza di tale quotazione, al valore reale dello stesso.
Domanda: è possibile avere da parte del Catasto la quotazione di un appartamento in fase di costruzione/ultimazione anche se non accatastato? Se no, che quotazioni devo considerare per arrivare al valore reale dell'appartamento attualmente al grezzo (esistono solo i muri perimetrali)?
Ringrazio per la preziosa attenzione e, in attesa di un gentile cenno di riscontro, porgo cordiali saluti.
commento:   Catasto.it, 15/02/2012 20:47:30  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Massimo,
Deve fare una procedura DOCFA, va redatta da un tecnico abilitato.
Se ha la planimetria dell'immobile variato firmata da un tecnico, può richiedere la variazione attraverso il sito Catasto.it, dal menu qui a sinistra vada su "Variazioni DOCFA fabbricato".
commento:   Catasto.it, 15/02/2012 20:43:29  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Gaetano Sciacca,
i riferimenti normativi non li sappiamo precisamente, vanno ricercate tra le normi e circolari che rilascia l'Agenzia del Territorio, può provare sul nostro sito alla pagina:
http://www.catasto.it/italiano/Leggi/Leggi.asp
oppure nel sito agenziaterritorio.it
commento:   Catasto.it, 15/02/2012 20:34:12  (ip:82.85.245.43)
Spettabile anonymous,
deve comunque presentare al catasto la nuova planimetria catastale che sia conforme allo stato dei luoghi.
commento:   Catasto.it, 15/02/2012 20:31:34  (ip:82.85.245.43)
Spettabile F.C.Castelli,
deve semplicemente presentare una istanza al catasto, allegando un certificato del comune che attesti quanto detto nel suo messaggio.
commento:   Catasto.it, 15/02/2012 20:17:34  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Graziella Rusca,
entro 30gg dall'ultimazione dei lavori, va presentata al catasto la denuncia di variazione DOCFA per ristrutturazione.
Qui può trovare una spiegazione generale del programma DOCFA:
http://www.agenziadelterritorio.it/docfa.html
commento:   Catasto.it, 15/02/2012 20:02:12  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Francesco Mezzullo,
bisogna prima presentare progetto al comune, avere l'autorizzazione ad eseguire i lavori, eseguire le opere murarie, presentare il frazionamento catastale entro 30gg, dall'ultimazione dei lavori.
commento:   Massimo, 15/02/2012 19:37:51  (ip:93.42.47.233)
Per eseguire una variazione catastale a seguito di ristrutturazione appartamento in Roma che documentazione occorre presentare e a chi rivolgersi.
Quali sono gli oneri da pagare?
Posso farla on line?
Grazie
saluti
Massimo Iodice
commento:   Gaetano Sciacca, 15/02/2012 09:04:36  (ip:89.97.207.228)
Buongiorno a tutti, ho un quesito da porvi, sulla planimetria catastale della particella relativa al mio immobile, il muro di confine tra il mio orto e quello del vicino è raffigurato con una linea continua e una tratteggiata (continua dal mio lato, tratteggiata sul lato del vicino) questa simbologia indica che il muro è in comproprietà? dove posso reperire i riferimenti normativi in merito a tale simbologia?

Grazie infinite a chi mi aiuterà.
commento:   anonymous, 13/02/2012 15:28:00  (ip:81.208.74.146)
Buongiorno ,
dovrei fare dei lavori di ristrutturazione in casa,
se questi lavori comportassero : la chiusura di una porta e l'abbattimento di una tramezza che documentazioni dovrei fare ? la chiusura della porta e l'abbattimento della tramezza non comporta nessuna variazione ne di metratura ne di numero delle stanze ..........

Grz
commento:   F.C.Castelli, 13/02/2012 12:47:15  (ip:79.51.112.251)
Variazione codice fiscale e dati catastali precedenti

Nel 2009 l'ufficio anagrafe mi informa che la presenza del secondo nome nei miei dati angragrafici impone ora la scelta : mantenere il codice fiscale in corso
e cancellare dai documenti il secondo nome , oppure variare il codice fiscale .

Ho scelto nel 2009 di mantenere il secondo nome e variare il codice fiscale.

Osservando attentamente oggi una visura catastale aggiornata appena richiesta (utile tra l'altro per il pagamento tributi) mi accorgo della presenza
del vecchio codice fiscale .

Chiedo :
Come posso aggiornare le visure con il nuovo codice fiscale ?

il tuo messaggio

e-mail
firma