su Google

Discussioni generiche su Catasto

In questa sezione potete inserire quesiti vari riguardanti il Catasto, Visure catastali, Planimetrie, Volture, Accatastamenti, Estratti di mappa, Frazionamenti, Elaborati planimetrici, Superfici catastali, e altro ancora, esponete il vostro dubbio, un consulente proverà a chiarirlo entro breve tempo.

Il forum è aperto a tutti, anche nelle risposte, quindi chi si sente di risolvere il quesito, o solo per dare la propria opinione, anche se non fa parte della struttura, è ben accolto, date pure la vostra risposta in questo spazio.

webmaster

messaggi (845)

scrivi il tuo messaggio, vai a pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43

commento:   Roberto Bonaldo, 16/09/2011 09:42:19  (ip:193.203.233.4)
mi servono la copia dei disegni depositati presso il Vostro catasto della mia abitazione in Venezia-Zelarino.
Come posso fare a richiederli?
Si può tramite internet e se si come visto che la richiesta e una tantum
Se poi mi dite anche i costi Vi ringrazio per la collaborazione.
Cordiali saluti.
commento:   Cristian, 15/09/2011 13:11:22  (ip:80.169.227.67)
Buongiorno, come faccio a sapere se una via privata viene considerata di passaggio?
In attesa di una vostra risposta, vi porgo
cordiali saluti
commento:   ivano volta, 14/09/2011 23:42:55  (ip:93.39.212.213)
Nel giugno scorso è deceduta mia madre, titolare di usufrutto di terreno e fabbricati di cui io sono nudo proprietario. Ora devo provvedere alla riunione di usufrutto. Come si procede? Ci sono uffici/patronati che offrono assistenza per questa operazione? Ci si può presentare direttamente allo sportello degli Uffici del catasto e volturare? Si può fare on line? quanto costa questa operazione? Saluti Ivano
commento:   Catasto.it, 12/09/2011 10:41:11  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Marco Dallarda,
Il suo Architetto le sta indicando la corretta procedura, entro 30 giorni dalla dichiarazione di ultimazione lavori va fatta la variazione catastale.
Dovrà presentarela nuova planimetria catastale dell'immobile, con l'indicazione delle nuove superfici catastali, in una pratica denominata DOCFA.
commento:   Catasto.it, 10/09/2011 11:09:42  (ip:82.85.245.43)
Buongiorno,

per quanto riguarda i costi relativi al cambio d'uso di un immobile deve rivolgersi a un tecnico del luogo, in quanto l'onorario varia da provincia a provincia e inoltre per calcolare gli oneri concessori bisogna studiare la pratica.
I tempi per il rilascio del cambio d'uso dipendono dall'ufficio Urbanistico del comune di competenza mentre per il Cambio Catastale i tempi di approvazione sono relativamente corti. Per il cambio di residenza e l'approvazione del mutuo deve rivolgersi rispettivamente al comune di competenza e alla banca.
commento:   costanzo giuseppe, 09/09/2011 23:03:11  (ip:93.44.63.129)
salve vorrei acquistare un appartamento a roma in zona selvotta di 70mt2 accatastata uso ufficio con possibilita' di cambiare la destinazione d'uso ad appartamento, vorrei sapere quanto costa il cambio di destinazione e quanto tempo occorre per ottenerlo? inoltre e possibile avere la residenza li, ed otterrei un mutuo con quel tipo di accatastamento?
cordiali saluti
commento:   Marco dallarda, 09/09/2011 17:57:46  (ip:79.44.143.220)
Buongiorno,
Il mio architetto sto eseguendo la pratica per la costruzione di una OFettoia esterna in legno. Fino a qui non ci sono problemi.
Volevo avere delucidazioni per quanto riguarda la variante catastale che mi dice dover fare obbligatoriamente ai fini della chiusura lavori..
La tettoia è ancorata a terra e a muro attraverso bulloni.
A voi cosa deve comunicare precisamente. La variante catastale con la modifica della superficie coperta?
Mi indichi se devo fargli fare altre procedure ai fini di non avere intoppi in una futura vendita (rogito) dell'immobile.
L'immobile è nuovo.


cordiali saluti

luca donzelli
commento:   Catasto.it, 08/09/2011 19:06:16  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Alessia.
Premesso che la particella per il catasto terreni corrisponde al subalterno per il catasto fabbricati, l'art. 2 della Legge N° 3682 del 1/3/1886, legge fondamentale che ha istituito il catasto, recita: "... per particella catastale si intende una superficie di terreno continua, avente una determinata qualità e classe, sita in un dato comune ed appartenente ad un solo possessore." Intendendo per solo possessore gli stessi soggetti, nel suo caso essendo intestazioni diverse non potranno mai essere un solo subalterno.
Negli anni recenti il catasto ha concesso di eseguire delle fusioni come nel suo caso, veniva scritto nei modelli cartacei alla fine dei soggetti la dicitura "Ciascuno per i propri diritti" rimandando ad un eventuale atto notarile la quantificazione dei diritti medesimi, poi si è visto che non era conforme all'art. 2 citato ed è stata abbolita.
E' ovvio che quando dovrete pagare l'ICI come fate stabile qunt'è la rendita per ciascuno se venisse fusa?
La soluzione oggi più corretta, che farà evitare qualsiasi equivoco, è quella di fare un'atto notarile, cedersi le quote di un ubalterno in modo che sia coincidente a l'altro, costerà abbastanza ma è la cosa più corretta.
Diversamente potrete fare un'accatastamento con due nuovi sub, dove in ognuno sia indicato in tratteggio l'ingombro della restante parte, ed all'interno del tratteggio scrivere: "Ingombro restante parte di appartamento con titolarità differente". E' una forzatura alla prima soluzione, ma non garantisce che funzioni sempre ovunque.
commento:   alessia, 08/09/2011 16:38:20  (ip:95.242.85.27)
salve, siamo una coppia non sposata che ha due appartamenti su due piani che vorremmo unire: il primo è intestato solo a me e l'altro è intestato per metà ciascuno.
Per quanto riguarda la fusione dei due appartamenti a livello urbanistico non ci sono problemi (abbiamo parlato con l'ufficio tecnico del municipio di appartenenza) ma la domanda è "come possiamo accatastarlo come unica unità visto che una volta fuso le quote dei proprietari non sono uguali?" le ditte intestatarie sono diverse
grazie
commento:   Catasto.it, 06/09/2011 17:48:34  (ip:82.85.245.43)
Spettabile Enrico,
Gli estremi catastali, foglio, particella e sub, dovrebbero essere scritti sul contratto di locazione, ma se non ci fossero, può chiedere una visura catastale su Catasto.it o con l'indirizzo, o per soggetto inserendo cognome, nome e data di nascita del proprietario.
Per sapere poi qualcosa catastalmente in merito agli spazi condominiali, può richiedere un "Elaborato planimetrico" se esiste per il suo fabbricato, tenga presente che gli elaborati planimetrici nonrmalmente sono presenti per gli immobili accatastati dopo il 1985, quindi se si tratta di fabbricato antico, anni 50 o 60 è inutile che fa richieste perchè non troverà nulla. In questi casi si dovrà basare per differenza con la planimetria catastale dei singolo proprietari, cioè se qualcuno vanta dei diritti su determinati spazi, dovrà dimostrare che sono suoi con la planimetria catastale del proprio immobile, altrimenti sono di uso condominiale secondo quanto stabilito dal codice civile.
commento:   Catasto.it, 06/09/2011 10:04:28  (ip:82.85.245.43)
Spettabile
Antonella Lucia Faiella,
dovrebbe specificare meglio in quale zone della visura catastale trova la scritta. Ci spieghi meglio.
commento:   Antonella Lucia Faiella, 05/09/2011 04:59:11  (ip:109.115.139.37)
Buongiorno, sembrerà banale la domanda ma ho trovato scritto sui dati catastali in grande la parola "BONIFICA" che cosa significa ? grazie
commento:   Enrico, 02/09/2011 07:27:40  (ip:212.210.92.58)
buongiorno, vorrei sapere come fare per avere informazioni sulla proprietà reale dell' accesso del comdominio in cui risiedo, oppure per conoscerne il numero della relativa particella di cui chiedere visura.

ringrazio anticipatamente per l'aiuto

cordiali saluti
commento:   Catasto.it, 31/08/2011 13:29:27  (ip:82.85.245.43)
buongiorno,
i pagamenti riguardanti l'ici arretrata dovranno essere pagati poichè riguardano un'unità immobiliare distinta, anche se ubicata nello stesso edificio. Dunque per l'Agenzia del Territorio abitazione e sala hobby sono due unità. Quello che le possiamo consigliare è di esporre al suo commercialista (o chi si occupa della contabilità)questa situazione e per le future dichiarazioni di dichiarare la sala hobby come pertinenza dell'abitazione in modo da rientrare come prima casa.
commento:   Catasto.it, 31/08/2011 13:10:34  (ip:82.85.245.43)
Buongiorno,
le confermiamo che per trasferire un fabbricato bisogna dichiararlo al Catasto Urbano.
La pratica di aggiornamento non può essere fatta tramite il nostro sito, per farè ciò dovrà incaricare un tecnico abilitato (Ingegnere, Architetto o Geometra) che appunto dovrà effattuare i rilievi sul posto e dichiarare la variazione all'Agenzia del Territorio. Per quanto riguarda le ulteriori dichiarazioni presso altri enti, valuterà il Tecnico incaricato se è il caso di richiedere ulteriori concessioni, ciò dipende dalla data di costruzione dell'edificio e dalla concessione edilizia che possiede l'immobile.
commento:   antonio, 31/08/2011 11:53:54  (ip:212.165.39.119)
Buongiorno,
vorrei sapere se sul vs servizio telematico posso cambiare la destinazione da fabbricato rurale a fabbricato civile.
Il fabbricato attualmente rurale è una cascina solo muri perimetrali e tetto dim base 8 x 5 mt posta nel comune di Bardi Pr.
Mi confermate che per vendere il fabbricato deve essere accastato in civile??
Oltre alla operazione di cammbiamento catastale devo segnalare aqualche altro soggetto? uff. registro o comune o altro??
commento:   roberta saporetti, 30/08/2011 23:52:05  (ip:79.41.56.236)
presso il mio comune ove risiedo dal 1989 nella mia casa uso abitazione principale in castelnuovo di porto (RM) in comunione dei beni con mio marito Peroni Giovanni, risulta che la sala hobby (inizialmente garage poi condonata nel 1996) risulta accatastata come seconda casa. Poichè dal 2008 ad oggi non abbiamo mai pagato ICI perchè per noi non esiste nessuna seconda casa ci vengono richiesti i pagamenti degli anni arretrati. Sicuramente ci deve essere stato un errore e vorremmo capire cosa fare per verificare e sistemare la situazione usando la strada più veloce e meno costosa poichè viviamo con la sola pensione di mio marito e perchè ci hanno detto che venire c/o di voi vuol dire passare una giornata a fare la fila e magari poi senza risolvere nula.
grazie per una vs sollecita risposta
commento:   Catasto.it, 27/08/2011 13:24:16  (ip:82.85.245.43)
Quando si richiede una visura per Soggetto nel documento vengono indicati tutti gli immobili intestati al soggetto nel comune specificato, se risultano immobili in più è probabile che ci siano errori nell'intestazione catastale oppure gli immobili indicati sono parti comuni con altri condomini. Se vuole può contattarci telefonicamente allo 095842680 durante gli orari d'ufficio per poterle fornire una migliore assistenza
commento:   Catasto.it, 27/08/2011 13:20:07  (ip:82.85.245.43)
Per riunificare l'usufrutto alla nuda proprietà bisogna impostare la pratica di voltura, detta "riunione di Usufrutto". Il documento da allegare a tale pratica è il Certificato di Morte in originale. I costi variano..sul nostro sito questo dipo di servizio ha un costo di 360,00€iva inclusa.
commento:   caterina, 27/08/2011 11:34:46  (ip:151.25.209.36)
chiedendo la visura delle rendite catastali online con il mio codice fiscale, il programma elenca TUTTI gli appartamenti dell'immobile, anche se sono intestati ad altre persone (oltretutto è errata anche l'indicazione dei piani): è il programma da aggiornare o devo presentare di nuovo piante planimetriche e atti di proprietà?


il tuo messaggio

e-mail
firma